Caricamento...
img

Introduzione a IBM Rational Doors

Creato da OverNet Education, il 22/06/2018

Il controllo dei requisiti è la chiave per ridurre i costi, aumentare l'efficienza e migliorare la qualità dei prodotti.

I tools IBM Rational consentono di ottimizzare la comunicazione, la collaborazione e la verifica dei requisiti di prodotto, coinvolgendo nei processi gli utenti della propria organizzazione e della catena di fornitura.

Il nucleo della famiglia e strumento di punta è Rational DOORS (Dynamic Object-Oriented Requirements System), un'applicazione con un relativo database integrato che viene eseguita su sistemi Windows e Linux per la gestione ed il controllo dei requisiti di prodotto, che rende semplice acquisire, tracciare, analizzare e gestire le modifiche alle informazioni.

Il tool consente di gestire i documenti dei requisiti in maniera centralizzata, offre accesso a funzionalità di modifica, configurazione, analisi e report complete attraverso un client desktop consentendo ai fornitori e ai partner di sviluppo di collaborare nella redazione di documenti dei requisiti, di sezioni e attributi, integrando tabelle, grafici e testi.

Con il formato RIF (Requirements Interchange Format),  consente di coinvolgere nel processo di sviluppo i fornitori e i partner di sviluppo.

RIF è un formato di file XML, che può essere utilizzato per scambiare i requisiti, insieme ai relativi metadati, tra strumenti software di diversi produttori. Il formato di scambio dei requisiti definisce anche un flusso di lavoro per la trasmissione dello stato dei requisiti tra i partner. Inizialmente pensato e sviluppato per il settore automobilistico, è stato poi implementato e adattato per l’utilizzo in qualsiasi settore.

Ecco, in sintesi, le principali funzioni del tool:

  • attraverso un browser web si ha accesso al database, e si possono modificare i requisiti sia con un sistema di proposte di modifica predefinite, sia con un workflow di controllo delle modifiche personalizzabile;
  • è possibile collegare i requisiti agli elementi di progettazione, ai piani di test, agli scenari di test e ad altri requisiti per una facile e valida tracciabilità;
  • gli utenti di business, il marketing, i fornitori, i sistemisti e gli analisti di business possono collaborare direttamente tramite le discussioni sui requisiti;
  • gli esecutori dei test possono collegare i requisiti agli scenari di test utilizzando il toolkit di controllo dei test per ambienti di test manuale;
  • è possibile utilizzare le specifiche OSLC (Open Services for Lifecycle Collaboration) per la gestione dei requisiti di qualità da integrare con i tool di ciclo di vita dei sistemi e del software;
  • è possibile effettuare l'integrazione con altri tool Rational, inclusi Rational Team Concert, RationalQuality Manager, Rational DOORS Next Generation, Rational Rhapsody, Jazz Reporting Servicee Rational System Architect e con molti altri tool di terze parti.

I corsi IBM Rational DOORS: